1. Home
  2. /
  3. Voci della città
  4. /
  5. Cascata delle Marmore: 7 curiosità da scoprire

Cascata delle Marmore: 7 curiosità da scoprire

Cascata delle marmore

La Cascata delle Marmore è un luogo incantevole che si trova nella valle del Nera, tappa immancabile del percorso umbro tra i Borghi più belli d’Italia. Celebre in tutta Italia e in Europa per la sua particolare conformazione, questo luogo è reso ancora più affascinante da storia e leggenda che si intrecciano nel racconto delle sue origini. Scopriamo insieme 7 imperdibili curiosità sulla Cascata delle Marmore!

1. Cascata delle Marmore: dove si trova?

La Cascata delle Marmore si trova a soli 7 km da Terni, in Umbria. Questo piccolo paradiso sorge inaspettato quasi a bordo della statale 209 della Valnerina. Il Parco Naturale in cui è incastonata vanta paesaggi incredibili, terrazze che si affacciano sulla cascata e sentieri piacevolissimi. Si trova alla fine della Valnerina, la valle scavata dal fiume Nera. È formata dalle acque del fiume Velino che defluiscono dal vicino lago di Piediluco e si gettano nelle gole del Nera.

2. Sai perché si chiama “Cascata delle Marmore”?

La Cascata delle Marmore, conosciuta anche come Cascate delle Marmore, in quanto i salti sono ben tre, deve l’origine del suo nome ai sali di carbonato di calcio presenti sulle rocce, che sono molto simili… al marmo bianco! Fin dall’antichità, questo elemento diede il nome non solo alla Cascata, ma anche alla vicina frazione di Terni, che si chiama appunto Marmore.

3. La romantica leggenda della Cascate delle Marmore

Secondo un’antica leggenda popolare umbra, Nera era una ninfa e Velino un bel pastore di cui la divinità si era perdutamente innamorata. Questo amore proibito, però, rese Giunone tanto furibonda e gelosa da tramutare Nera in un fiume. Velino, disperato, per raaggiungere la sua amata, si gettò dalla rupe di Marmore nelle acque del fiume. Giove, commosso, volle salvarlo, così lo trasformò a sua volta in acqua. Da allora quel salto si ripete in eterno dando vita alla Cascata delle Marmore.

4. Una storia di cambiamenti

Sembra una grandiosa opera della natura, ma, in realtà, la Cascata delle Marmore è frutto di secoli di ingegneria e ricerca tecnologica. Ebbene sì, si tratta di una cascata artificiale! Ma vediamo i passaggi più importanti della sua storia…

  • La sua origine risale al 271 a.C. quando, per volere del console romano Curio Dentato, fu fatto costruire un canale (detto Cava Curiana) per drenare una zona paludosa, indirizzando le acque stagnanti verso il salto naturale di Marmore, da cui precipitavano direttamente nel fiume Nera. A causa delle continue inondazioni nelle campagne circorstanti di Terni e Rieti, nei secoli vennero apportate numerose modifiche, mai risolutive.
  • Fu solo nel 1787 che l’architetto Andrea Vici, per volere di Papa Pio VI, modificò i balzi della cascata, risolvendo finalmente i problemi di allagamento della zona e donando alla Cascata la conformazione che possiamo ammirare ancora oggi.
  • Nel 1800, poi, si iniziò a sfruttare la forza motrice dell’acqua per generare energia. Tanto che, a cavallo tra il 1800 e il 1900, le acque della Cascata delle Marmore divennero l’alimentazione principale delle Acciaierie di Terni.
  • Negli anni a seguire, infine, la cascata iniziò ad essere sfruttata per la produzione di energia idroelettrica.

5. On-Off: come funziona la Cascata delle Marmore

Non tutti sanno che la Cascata delle Marmore non è sempre aperta e a pieno regime. Quando il flusso è minimo, le acque mostrano le rocce. Prima che il flusso venga riaperto, viene emesso un lungo suono di sirena!

6. Una cascata da record!

La Cascata delle Marmore, con i suoi 165 metri d’altezza complessiva, è la cascata più alta d’Europa. Ma non solo. Detiene anche il primato di salto artificiale più alto del Mondo (primato conteso dalla cascata artificiale del Liebien, in Cina). Il salto massimo della Cascata delle Marmore è di 85 metri e la sua portata media è di 15 m³/s di acqua. Da record è anche il numero di visitatori (paganti) che attrae ogni anno: circa mezzo milione!

7. Cosa fare nei dintorni della Cascata delle Marmore?

Il Parco Naturale che accoglie la Cascata delle Marmore offre ai visitatori la possibilità di percorrere diversi sentieri che collegano il belvedere superiore a quello inferiore. Un spettacolare punto panoramico, particolarmente apprezzato, è il Balcone degli Innamorati, un terrazzino incastrato nella roccia che si affaccia proprio dietro l’acqua della cascata (visitabile solo su prenotazione).
Nei dintorni della cascata è possibile praticare attività e sport outdoor (come il rafting) o fare escursioni lungo il percorso umbro dei Borghi più belli d’Italia, che ti consigliamo di esplorare seguendo le indicazioni dell’App Waidy WOW per non perdere le tappe e le località più interessanti.