1. Home
  2. /
  3. Voci della città
  4. /
  5. Parco degli acquedotti: visita un vero capolavoro d’ingegneria!

Parco degli acquedotti: visita un vero capolavoro d’ingegneria!

Parco degli acquedotti di Roma

Natura, storia e genialità ingegneristica: è questo lo straordinario mix che rende assolutamente unico il Parco degli acquedotti di Roma. Una splendida area verde della Capitale che ospita gli imponenti resti di 6 degli 11 acquedotti che resero celebre l’Urbe. In questo articolo sveliamo alcune curiosità su uno dei percorsi più belli di Roma.

Parco degli acquedotti: dove si trova?

Il Parco degli Acquedotti è un’area verde che si estende per circa 240 ettari: situata tra i quartieri di Cinecittà e Quarto Miglio, con numerosi ingressi su via Lemonia. Siamo nel quadrante sud-est di Roma, nel Parco regionale dell'Appia antica.

Alla scoperta degli acquedotti di Roma!

Sentieri, ricca vegetazione, laghetti, corsi d’acqua e persino una piccola cascata, fanno da sfondo agli imponenti resti di sei acquedotti romani e papali che rifornivano d’acqua l'antica Roma:

  • Anio vetus (o “Aniene vecchio”), il più antico del parco, quasi totalmente sotterraneo;
  • Acqua Marcia: costruito nel 144 a.C.;
  • Tepula: costruito nel nel 125 a.C;
  • Iulia: costruito nel 33 a.C.;
  • Claudio e Anio Novus: (sovrapposti) entrambi terminati nel 52;
  • Felice: fatto costruire da Papa Sisto V alla fine del 1587, dopo oltre tredici secoli dall’ultimo acquedotto.

Che altro c’è da vedere nel Parco?

Forse non tutti sanno che gli acquedotti romani non sono gli unici monumenti conservati in questo parco. Ecco alcuni degli altri ritrovamenti archeologici presenti:

  • Tomba dei Cento Scalini, una sorta di catacomba;
  • Tor Fiscale, una torre medievale all’incrocio tra gli acquedotti Claudio e Marcio;
  • Via Latina, di cui si vede ancora un tratto di basolato;
  • Villa dei Sette Bassi, una delle ville più estese del suburbio romano;
  • Villa delle Vignacce, con tanto di cisterna annessa;
  • Marrana dell'Acqua Mariana, un corso d’acqua fatto realizzare da papa Callisto II nel 1122 per alimentare mulini ed irrigare orti;
  • Casale del Sellaretto, antica casa cantoniera del 1862;
  • Casale di Roma Vecchia, una costruzione databile intorno al XIII secolo.

Insomma, c’è davvero tanto da scoprire!

“Ciak” al Parco degli acquedotti!

Concludiamo con una curiosità. Per la suggestiva bellezza, ma anche per la vicinanza agli Studios di Cinecittà, è stato scelto più volte come set per girare scene di film.
Per citarne qualcuno, il Parco ha ospitato le riprese di film come “La dolce vita”, “Mamma Roma”, “Il marchese del Grillo”, “Totò, Peppino e la... malafemmina” e “La grande bellezza”. Ma anche diverse serie TV, come “I Cesaroni” e “Distretto di Polizia”.

Vuoi scoprire altri percorsi e curiosità sul patrimonio idrico della tua città? Consulta la mappa di Waidy WOW!