1. Home
  2. /
  3. Green life
  4. /
  5. L’acqua in bottiglia ha una scadenza? Cosa bisogna sapere

L’acqua in bottiglia ha una scadenza? Cosa bisogna sapere

Scadenza acqua in bottiglia

Possibile che l’acqua in bottiglia abbia una scadenza? Probabilmente ti sarai posto questa domanda notando sulla confezione una dicitura, generalmente il classico “da consumarsi preferibilmente entro”, con una data. Ma due atomi di idrogeno e uno di ossigeno possono davvero andare a male? Scopriamolo insieme.

Scadenza dell’acqua in bottiglia: facciamo chiarezza

L’acqua in bottiglia scade dunque? La realtà è che l’acqua, specie se conservata in un luogo buio e fresco, non scade mai, pur perdendo alcune delle sue proprietà organolettiche. Ma allora perché quella data di scadenza?

I motivi sono essenzialmente due:

  • innanzitutto bisogna sapere che la legge europea1 impone a tutti i produttori di generi alimentari venduti all’interno dei Paesi dell’UE di recare sulla confezione un tempo limite entro il quale consumarli. E questo, ovviamente, vale anche per chi produce acqua in bottiglia.
  • Più importante ancora, però, è il fatto che a scadere non è l’acqua… ma la bottiglia!

Scadenza acqua: bottiglia di vetro vs plastica

La maggior parte delle bottiglie di plastica viene realizzata in polietilene tereftalato, che probabilmente conoscerai con il nome di PET. Un materiale che, grazie alle sue caratteristiche principali, ovvero resistenza e trasparenza, si adatta al contenimento degli alimenti. Peccato però che, trascorso un po’ di tempo, questa plastica cominci a rilasciare sostanze pericolose per il nostro organismo, soprattutto Antimonio, Polietileneteraftalato e Acetaldeide liberata.
A confermarlo sono state diverse ricerche, fra cui una particolarmente preoccupante dell'organizzazione giornalistica no profit Orb Media2. Lo studio è stato condotto nel 2017 in 11 Paesi e ha rilevato tali contaminazioni nel 93% delle acque minerali analizzate.

Va detto che anche le bottiglie in vetro non sono indenni da questi processi, ma i tempi di rilascio di elementi che fanno male alla salute sono decisamente più lunghi.

Quando scade l’acqua in bottiglia, dunque? Generalmente si parla di:

  • 1-2 anni per le bottiglie in plastica;
  • 3 anni per le bottiglie in vetro.

Acque in bottiglia: il “quasi” record italiano

Secondo il libro bianco «Valore acqua 2021» realizzato a marzo 2021 da The European House3, l’Italia è al secondo posto in Europa (dopo la Grecia) per consumo di acque in bottiglia. Eppure viviamo in un Paese la cui rete idrica è molto efficiente, con acque di ottima qualità che per l’84,4% arrivano da fonti sotterranee protette. Una buona idea, allora, potrebbe essere quella di consumare quantità maggiori di acqua proveniente dal rubinetto di casa e dalle fontanelle pubbliche che, grazie alla mappa di Waidy WOW, sono sempre a portata di borraccia!
In questo modo possiamo evitare materiali dannosi per la nostra salute e per quella della Terra.


1 Fonte: Direttiva 2000/13/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 marzo 2000
2 Fonte: Studio Orb Media
3 Fonte: Studio di The European House